Le donne di Caffè Ernani: Naima

Vedi menu e ordina

naima-caffe-ernani

[Naima nel centro]

Ciao Naima, che piacere finalmente poter parlare anche con te! 

So che sei una degli ultimi arrivati tra il team della Torrefazione, ma fin da subito ti sei mostrata piena di energie, una persona intraprendente, appassionata e determinata. Tant’è che sei diventata una delle persone di riferimento all’interno del locale! 

Grazie davvero, queste parole mi riempiono di orgoglio. È bello quando tutto il tuo impegno viene riconosciuto. 

Bene, iniziamo un po’ a conoscerci, raccontami un po’ di te e della tua storia. Come sei arrivata a lavorare dietro al bancone della Torrefazione Ernani?

Inizialmente lavoravo in un altro settore, infatti per ben 11 anni ho lavorato in una importante azienda di abbigliamento. Mi occupavo principalmente dell’allestimento del negozio, insieme ovviamente alla vendita. 

Mi piaceva come lavoro, il problema è che ero arrivata ad un punto in cui non avevo più stimoli, mi ero un po’ troppo adagiata sulla routine per i miei gusti. 

Per me questo era davvero frustrante perchè sono una persona che ama mettersi in gioco, imparare cose nuove e sperimentare. 

In quel periodo una persona a me molto cara, che come mestiere faceva già il pasticciere, aveva deciso di mettersi in proprio e ho colto la palla al balzo creando una società con lui! 

Avevo già sperimentato il lavoro a contatto diretto col pubblico e non potevo più farne a meno, era davvero divertente! Così abbiamo creato la nostra pasticceria. 

Però, col tempo, a volte succede che le società inizino un po’ a sfaldarsi; c’erano degli attriti fra noi. Ho così capito che era il tempo di buttarsi in una nuova sfida… ed eccomi qua in Torrefazione! 

Certo essere la proprietaria del tuo locale era davvero interessante. Ma per fortuna ho trovato subito questa caffetteria, nel quale mi hanno parlato del loro progetto, del loro brand e mi hanno fin da subito trasmesso una passione smisurata per il caffè. Sono felicissima di essere così entrata nella famiglia di Caffè Ernani. 

Conoscevi già il mondo del caffè? 

No, in realtà per niente. 

Pensavo che il caffè fosse il soltanto il classico espresso che bevevo tutte le mattine. Invece è molto di più! C’è un’incredibile storia alle spalle, è un settore immenso, che comprende tantissimi ruoli e figure chiave ed in un modo o nell’altro tocca chiunque di noi!

Wow, dalle tue parole si capisce l’ammirazione che provi verso questo mondo! È diventata una passione quindi per te il caffè?

Sì, assolutamente. 

Il caffè è una vera e propria passione e non sai quante ore mi perdo via quando ascolto persone che ne parlano. Rapita, cerco di immagazzinare il più possibile. 

Inoltre ho l’opportunità anche di formarmi in azienda, andando a trovare i miei titolari direttamente in laboratorio dove tostano i nostri monorigine e creano poi le miscele. 

E sono convinta che chiunque iniziasse a scoprire cosa c’è dietro a questa semplice tazzina di caffè espresso si appassionerebbe all’istante. 

Sì, su questo mi trovi d’accordo con te!

Quindi deduco che ti piaccia l’ambiente di lavoro. 

Sì, mi piace molto il fatto che sia un’azienda con una stabilità ed un grande progetto alle spalle, questo mi dà sicurezza. Oltre al fatto che a Milano siamo abbastanza conosciuti e questo per me è anche un motivo di vanto, senza esagerare ovviamente! 

Inoltre mi piace il fatto che sia un’azienda molto familiare. In questo modo ho sempre il contatto diretto con i miei titolari e si è anche instaurato un bel rapporto, di complicità. 

Questo ti fa sentire davvero importante all’interno dell’azienda e ti rende più responsabile sulle tue mansioni, perché non puoi deludere la tua famiglia. 

Parlando più del lavoro in sé, della parte manuale, qual è la cosa che preferisci?

Di sicuro uno dei momenti che preferisco è l’ideazione e poi l’allestimento della vetrina e del negozio, poiché posso esprimere tutto il mio estro creativo. 

Però la parte che più mi dà soddisfazione è sicuramente il contatto con il pubblico. 

Non potrei mai pensare di lavorare chiusa da qualche parte e non poter scambiare due chiacchiere con nessuno. Mi piace potermi relazionare con ognuno dei miei clienti e vedere poi il loro sorriso sul volto e che apprezzano il servizio. 

Questo lavoro è sicuramente pesante e richiede una notevole pazienza, ma garantisco che se lo fai con passione e tieni tanto alla qualità del servizio che offri, lo stress non esiste. 

Ancora una volta sono d’accordo con te! 

Ora vorrei farti l’ultima domanda, quella di rito: se potessi cambiare qualsiasi cosa della Torrefazione, cosa cambieresti?

Ho in mente un progetto a cui sto già lavorando in realtà. Vorrei riuscire a comunicare ai clienti, attraverso il negozio, di più sull’azienda Ernani, sulla sua storia e la ricercatezza dei suoi prodotti. 

Per me ha realmente una storia troppo bella alle spalle, che è un peccato non far conoscere nel modo giusto. 

Quindi vorrei riuscire a modificare il negozio e allestirlo in modo differente per poter trasmettere di più. 

Bene allora non vedo l’ora di vedere come otterrai questo risultato, passerò a trovarti presto. 

Buon lavoro Naima! 

Miscele di caffè pregiati e selezionati sempre freschi a casa tua

Scopri di più