Guatemala Huehuetenango – Specialty coffee

I maestri della tostatura media

Guatemala Huehuetenango - Specialty coffee

Un monorigine dolce, fresco e cremoso, con note di frutta matura e cioccolato

Specialty Coffee

9,50 oppure abbonati e risparmia

Descrizione

Un monorigine dolce, fresco e cremoso, con note di frutta matura e cioccolato

Il monorigine Guatemala SHB Huehuetenango è un gourmet coffee di qualità arabica.

Cresciuto a 1350 m slm.

Gli esperti coltivatori raccolgono manualmente le drupe, contenenti i chicchi, con il metodo picking, per poi ricontrollare e selezionare nuovamente tutte le ciliegine raccolte.

Dopo di che vengono lavorate con il metodo lavato, il quale dona una piacevole e fresca acidità in tazza, che va a bilanciare la dolcezza della frutta matura.

Tutto intorno alla piantagione crescono per lo più alberi da frutto. È proprio grazie a questi, che i chicchi crudi sviluppano un ventaglio aromatico, che spazia dalla fragola, prugna, pesca, albicocca e agrumi.

Al naso si percepisce una grande intensità aromatica. Durante la degustazione avvertirai subito note dolci di frutti rossi, prugna e pesca, le quali portano anche una morbida e piacevole acidità malica, la quale però si perde subito in favore di note di cioccolato al latte.

In espresso consigliamo una dose di 8,7 gr a persona, per riuscire ad esaltare a pieno l’intensità aromatica, insieme ad un corpo vellutato.

Adatto a

Chi cerca un monorigine bilanciato, dolce e fresco, come una coccola

Scheda tecnica

Note aromatiche Fragola. prugna, pesca e cioccolato
Intensità 7/9
Corpo 5/9
Dolcezza 5/9
Amarezza 3/9
Acidità 6/9
Intensità aromatica 7/9
Tostatura Media
Adatta a Chi cerca un monorigine bilanciato, dolce e fresco, come una coccola
Origini Guatemala
Località Località Hehuetenango, Guatemala
Altitudine 1350m slm
Tipo di raccolto Picking
Tipo di lavorazione Lavato
Varietà Arabica
Valutazione degli esperti 80/100

Grazie alla tostatura media il chicco di caffè crudo attentamente selezionato può esprimersi al meglio, sprigionando ogni aroma naturale e senza mai risultare eccessivamente amaro. Provalo anche senza zucchero, sarà incredibile!

Il caffè è conservato all’interno di un sacchetto sigillato, auto-protetto con una valvola mono-direzionale, la quale permette al caffè di degasare, senza far entrare l’ossigeno, che lo ossiderebbe. In questo modo è possibile mantenere il caffè in grani fresco e aromatico anche dopo svariati mesi.

Note per la confezione da 250g in grani:

  • Caffè torrefatto in grani
  • Confezionate in atmosfera protettiva di azoto alimentare con valvola mono-direzionale
  • 250 gr peso netto e

Note per la confezione da 250g macinato:

  • Caffè torrefatto in grani e poi macinato
  • Confezionate in atmosfera protettiva di azoto alimentare con valvola mono-direzionale
  • 250 gr peso netto e

Storia del caffè

Oggi viaggiamo in Guatemala, una regione vulcanica del Centro America, chiamata dagli stessi guatemaltechi “Terra dell’eterna primavera”, avendo circostanze e variabili essenziali per produrre qualità sublimi di caffè Arabica.

Il suolo vulcanico, le catene montuose ed i venti freddi provenienti dalle montagne dei Cuchumatanes che si incontrano con l’aria calda dall’Istmo di Tehuantepec, consentono di coltivare la pianta di caffè fino ai 2000 metri di altitudine, oltre che l’ottenimento di un caffè di elevatissima qualità!

 

Arrivo del caffè in Guatemala

La coltivazione del caffè iniziò in Guatemala nel 1750 ad opera dei colonizzatori Gesuiti, per arrivare fino ad oggi con esportazioni di quattro milioni di sacchi e per di più della migliore qualità.

La coltivazione del caffè ci mise circa 100 anni per diffondersi in modo consistente nell’intero Stato. Fu proprio il governo che nel 1868 distribuì circa un milione di semi e formò la Commissione per la coltivazione e la promozione del caffè, così da educare e stimolare la produzione della bevanda, stabilendo anche standard di qualità e processi lavorativi.

Grazie a questo, dal 1880 il caffè divenne la vera e propria spina dorsale dell’economia del Paese, costituendo circa il 90% delle esportazioni.

 

Zona caffeicola

In Guatemala i coltivatori di caffè sono in genere piccoli proprietari che lavorano indipendenti o vagamente legati tra loro dalla vicinanza e dai legami culturali. La maggior parte degli agricoltori rientra in uno degli oltre 20 gruppi indigeni riconosciuti dallo Stato, costituendo una grande eterogeneità culturale e linguistica.

Solo pochi altri si sono affiliati formalmente ad associazioni cooperative.

Le aree produttrici sono di modeste dimensioni, e offrono profili organolettici regionali molto diversi da loro, grazie alle varietà ed ai microclimi differenti.

Ci concentriamo particolarmente sulla regione Huehuetenango, che si traduce in “luogo degli antichi” o “luogo degli antenati”, nonché ex capitale del regno Mam, fino al 1525.

Le popolazioni indigene, che costituiscono la larga maggioranza degli abitanti, discendono da differenti popoli Maya, ciascuno con una cultura e lingua ben distinta.

Questa zona si trova nella parte nordoccidentale del Guatemala, al confine con il Messico, e ha una straordinaria varietà di ecosistemi, dal bosco umido subtropicale, alle pinete, oltre ad avere le più alte montagne non vulcaniche dell’America Centrale.

Tutto ciò dà vita ad un caffè con un’acidità spiccata, accompagnata da note fruttate o addirittura vinose, se coltivano oltre i 1800 metri.

Ed è proprio così è il nostro Guatemala Huehuetenango SHB: un caffè con una buona acidità, caratterizzato da note di frutta a polpa gialla e sentori di frutti rossi, accompagnato da dolci note di cioccolato al latte!

Mappa con indicata in grande la zona caffeicola da dove Ernani prende il suo monorigine guatemalteco ed in piccolo tutte le altre zone caffeicole del GuatemalaAltre zone caffeicole sono:

  • San Marco, la più calda e piovosa delle regioni. La pioggia costituisce una grande sfida nella fase di essiccazione delle drupe al sole. Qui il caffè è delicato, floreale e fruttato;
  • Atitlàn ha diverse riserve naturali istituite per preservare la biodiversità della zona e aiutare a prevenire la deforestazione. Con un terreno ricco di nutrienti e venti che provengono dalle acque di un lago vicino, si crea un microclima unico al mondo, che dona note aromatiche sorprendenti e dal corpo deciso;
  • Coban, con la sua lussureggiante foresta pluviale caratterizzata da un clima umido e nebbioso, è una zona remota e nascosta, che produce caffè dalle note fruttate uniche e delicate;
  • Fraijanes è una zona con attività vulcanica abbastanza regolare, dalla quale il suolo trae diversi benefici, ma mette allo stesso tempo in pericolo le vite di molti coltivatori. Qui il clima cambia da un’ora all’altra, donando un’acidità pronunciata ed un corpo ben definito;
  • Antigua è invece la più nota delle zone, famosa per le sue città con architettura spagnola patrimonio dell’UNESCO. Nel 2000 ha anche ottenuto la Denominazione d’origine con il nome “Genuine Antigua Coffee”. Il caffè qui è più equilibrato e dolce;
  • Acatenango Valley, è infine una zona più recente della coltivazione di caffè, nella quale i chicchi vengono coltivati tra i 1800 ed i 2000 metri, grazie ad un bosco artificiale che protegge e rinforza le piante di caffè, nonché la presenza del Volcan de Fuego che dona al suolo sostanze nutritive importanti. Tutto ciò rende il caffè particolarmente acido e persistente nel tempo.

In generale, i caffè guatemaltechi sono caratterizzati da una vasta gamma di sapori: da quelli più leggeri, molto dolci, fruttati e complessi, alle tazze più ricche e dalle importanti note cioccolatose.

 

Non vedo l’ora di viaggiare zaino in spalla per il Guatemala, parlando con diverse persone del luogo, cercando di conoscere le diverse tradizioni e lingue, oltre che assaggiare i caffè, assaporandoli fino in fondo e scoprendo i diversi gusti delle loro terre, racchiuse in piccoli microclimi ed ecosistemi sempre differenti ed unici al mondo! 

 

Il nostro Guatemala Huehuetenango SHB Specialty Coffee è ottimo in ogni estrazione: dall’espresso, alla moka ai caffè filtro per percolazione ed infusione.

Scopri come prepararla al meglio con tutti gli strumenti qui.

Buon viaggio!

Curiosità! 

Se vuoi viaggiare per le piantagioni del Guatemala ti consiglio il periodo tra agosto e ottobre, per vedere le piante piene di frutti e la loro successiva raccolta!

Inoltre il caffè viene classificato per regione di provenienza e per altitudine di coltivazione. Per questo vengono utilizzate delle sigle:

  • Prime: coltivato a 750-900 metri
  • Extra Prime: coltivato a 900-1050 metri
  • Semi Hard Bean: coltivato a 1050-1220 metri
  • Hard Bean: coltivato a 1220-1300 metri
  • Strictly Hard Bean: oltre i 1300 metri. Ecco perché il nostro Guatemala Huehuetenango ha accanto la sigla SHB, proprio perché è stato coltivato tra i 1350 ed i 1500 metri di altitudine!

Ti potrebbe interessare…

torna su
Apri chat
1
Bisogno di aiuto?
Ciao 👋
sono Martina, come ti possiamo aiutare?
Risponderò a qualsiasi tua domanda dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 18.00! ☕️💛